Documento senza titolo
       

  • Meteo

31-03-2019, 17:36

Finalmente ci siamo: piogge in arrivo

Cambio nella circolazione atmosferica europea: l'anticiclone lascerà spazio ad estese perturbazioni Nord Atlantiche in direzione del Mediterraneo.

La distanza temporale non ci permette ancora di fornire una previsione dettagliata in termini di tempistiche e dinamiche, ma le ultime emissioni dei modelli meteorologici indicano con insistenza una fase di maltempo in arrivo sul Mediterraneo Occidentale e sulla nostra penisola a partire dal 3 aprile.

Figura 1: pressione al suolo e altezza del geopotenziale prevista per le ore 02:00 del 4 Aprile.

 

Il cambio di circolazione dovrebbe avvenire con la migrazione dell'anticiclone delle Azzorre verso Ovest, che, con questo movimento, permetterà alle correnti nordatlantiche di scivolare verso il Mediterraneo Occidentale passando prima per Inghilterra, Francia e Spagna. 

Come nelle più classiche delle perturbazioni Nord-Atlantiche, gli effetti si faranno sentire già nella giornata del 2 Aprile con un cambiamento della ventilazione che si disporrà dai quadranti occidentali accompagnata da un aumento della nuvolosità a partire dall’Alto Appennino, ma con bassa probabilità di isolate precipitazioni. 

Il 3 Aprile la massa d'aria nord-atlantica, dopo aver raggiunto l'Inghilterra e la Francia, sarà prossima a fare il suo ingresso nel bacino del Mediterraneo. Per questa giornata si attende, quindi, un ulteriore rinforzo della ventilazione in prevalenza dai quadranti meridionali, con la formazione di un minimo di pressione sul Tirreno e la sempre più marcata rotazione dei venti da Sud verso Sud Est.  Arrivati a questo punto il peggioramento starà per entrare nel vivo quindi ci attendiamo un corposo aumento della nuvolosità e le prime piogge, anche persistenti in prossimità del Crinale, sporadiche sulla pianura.

Il 4 Aprile sarà la giornata più perturbata con l'aria fredda nord-atlantica ormai giunta nel Mediterraneo e il minimo depressionario centrato sul Tirreno Settentrionale. I cieli si presenteranno coperti e le piogge transiteranno da Ovest verso Est con i fenomeni più intensi attualmente stimati tra la mattina e il pomeriggio.  Le precipitazioni saranno accompagnate da venti sostenuti da Sud in Appennino e da Sud-Est in pianura con probabili episodi temporaleschi e accumuli abbondanti sull'Alto Appennino per il tipico effetto di sbarramento. 

A seguire si attende un miglioramento che però non dovrebbe essere duraturo. L’arrivo di nuove perturbazioni atlantiche e la formazione di un anticiclone sull'Europa Settentrionale potrebbe favorire il persistere di condizioni perturbate nel bacino del Mediterraneo.

Figura 2 e 3: distribuzione delle precipitazioni previste per il 3 e il 4 Aprile (indicativa).


Autore: Elia Lombardi
 
Novanta scs
Via Pieve, 5
42035 Castelnovo ne' Monti (RE)
P.IVA: 01422880359
 
PREVISIONI
 
WEBCAM
 
STAZIONI
 
MODELLI
 
CLIMA
 
NEWS
 
APP & WIDGET
 
CHI SIAMO
 
© 2012 - Reggio Emilia Meteo | Web Design by Matrix Media srl