Documento senza titolo
         

Inverno 2017-2018

Anomalia di altezza geopotenziale a 500hPa Anomalia di pressione a livello del suolo Anomalia di temperatura a 850hPa
 

Modello MM25: modello multiregressivo con output ad alta definizione spaziale (0.25 gradi) - Ideazione ed elaborazione: Dr. Andrea Bertolini.
Nota: tutti gli scarti dalla media (anomalie) sono calcolati rispetto al periodo di riferimento 1981-2010.

Commento alle previsioni stagionali

Emesso il 4/12/2017, Dr. Andrea Bertolini

Configurazione: secondo il nostro modello l’inverno 2017-2018 sarà caratterizzato da pressione sotto la media su oceano Atlantico ed Europa centro-occidentale. Più frequenti della norma dovrebbero invece risultare le aree anticicloniche sulla Scandinavia e, in genere, alle latitudini polari.

Temperature: sotto la media su Scozia, buona parte dell'Europa centrale, Scandinavia e Russia europea. Altrove le temperature non dovrebbero discostarsi molto dalla media climatologica del periodo 1981-2010. In Italia sono attese temperature leggermente sotto la media sul settore alpino e lungo l'Appennino settentrionale; altrove temperature prossime alla norma o di poco soperiori.

Precipitazioni: le indicazioni sulle precipitazioni, seppur deboli, mostrano un inverno caratterizzato da precipitazioni leggermente superiori alla norma in area mediterranea e inferiori alla media su alcune aree dell'Europa settentrionale. In Italia si prevede un inverno con precipitazioni oltre la norma, con scarti più sensibili sul Nord Italia (basso Piemonte, Liguria di ponente, Veneto, Lombardia orientale ed Emilia).

Indicazioni per l'Emilia: il modello prevede temperature in linea o leggermente inferiori a quelle del trentennio 1981-2010 (con scarti maggiori in Appennino), e precipitazioni superiori (+10 /+20 % rispetto clima 1981-2010). Si tratterebbe quindi di un inverno in cui le nevicate dovrebbero raggiungere la pianura con una frequenza quantomeno normale ed essere leggermente più abbondanti della media in Appennino.


 

Inverno 2017-2018

Anomalia termica - Europa Anomalia termica - Italia Anomalia termica - Nord Italia
 

Modello MM25: modello multiregressivo con output ad alta definizione spaziale (0.25 gradi) - Ideazione ed elaborazione: Dr. Andrea Bertolini.
Nota: tutti gli scarti dalla media (anomalie) sono calcolati rispetto al periodo di riferimento 1981-2010.

Commento alle previsioni stagionali

Emesso il 4/12/2017, Dr. Andrea Bertolini

Configurazione: secondo il nostro modello l’inverno 2017-2018 sarà caratterizzato da pressione sotto la media su oceano Atlantico ed Europa centro-occidentale. Più frequenti della norma dovrebbero invece risultare le aree anticicloniche sulla Scandinavia e, in genere, alle latitudini polari.

Temperature: sotto la media su Scozia, buona parte dell'Europa centrale, Scandinavia e Russia europea. Altrove le temperature non dovrebbero discostarsi molto dalla media climatologica del periodo 1981-2010. In Italia sono attese temperature leggermente sotto la media sul settore alpino e lungo l'Appennino settentrionale; altrove temperature prossime alla norma o di poco soperiori.

Precipitazioni: le indicazioni sulle precipitazioni, seppur deboli, mostrano un inverno caratterizzato da precipitazioni leggermente superiori alla norma in area mediterranea e inferiori alla media su alcune aree dell'Europa settentrionale. In Italia si prevede un inverno con precipitazioni oltre la norma, con scarti più sensibili sul Nord Italia (basso Piemonte, Liguria di ponente, Veneto, Lombardia orientale ed Emilia).

Indicazioni per l'Emilia: il modello prevede temperature in linea o leggermente inferiori a quelle del trentennio 1981-2010 (con scarti maggiori in Appennino), e precipitazioni superiori (+10 /+20 % rispetto clima 1981-2010). Si tratterebbe quindi di un inverno in cui le nevicate dovrebbero raggiungere la pianura con una frequenza quantomeno normale ed essere leggermente più abbondanti della media in Appennino.


 

Inverno 2017-2018

Anomalia pluviometrica - Europa Anomalia pluviometrica - Italia Anomalia pluviometrica - Nord Italia
 

Modello MM25: modello multiregressivo con output ad alta definizione spaziale (0.25 gradi) - Ideazione ed elaborazione: Dr. Andrea Bertolini.
Nota: tutti gli scarti dalla media (anomalie) sono calcolati rispetto al periodo di riferimento 1981-2010.

Commento alle previsioni stagionali

Emesso il 4/12/2017, Dr. Andrea Bertolini

Configurazione: secondo il nostro modello l’inverno 2017-2018 sarà caratterizzato da pressione sotto la media su oceano Atlantico ed Europa centro-occidentale. Più frequenti della norma dovrebbero invece risultare le aree anticicloniche sulla Scandinavia e, in genere, alle latitudini polari.

Temperature: sotto la media su Scozia, buona parte dell'Europa centrale, Scandinavia e Russia europea. Altrove le temperature non dovrebbero discostarsi molto dalla media climatologica del periodo 1981-2010. In Italia sono attese temperature leggermente sotto la media sul settore alpino e lungo l'Appennino settentrionale; altrove temperature prossime alla norma o di poco soperiori.

Precipitazioni: le indicazioni sulle precipitazioni, seppur deboli, mostrano un inverno caratterizzato da precipitazioni leggermente superiori alla norma in area mediterranea e inferiori alla media su alcune aree dell'Europa settentrionale. In Italia si prevede un inverno con precipitazioni oltre la norma, con scarti più sensibili sul Nord Italia (basso Piemonte, Liguria di ponente, Veneto, Lombardia orientale ed Emilia).

Indicazioni per l'Emilia: il modello prevede temperature in linea o leggermente inferiori a quelle del trentennio 1981-2010 (con scarti maggiori in Appennino), e precipitazioni superiori (+10 /+20 % rispetto clima 1981-2010). Si tratterebbe quindi di un inverno in cui le nevicate dovrebbero raggiungere la pianura con una frequenza quantomeno normale ed essere leggermente più abbondanti della media in Appennino.


 

Inverno 2017-2018

Arctic Oscillation (AO) East Atlantic (EA) Scandinavia (SCAND)
 

Fonte dati osservati: Climate Prediction Center
Simulazione e Previsione: modello multiregerssivo MM25. Ideazione ed elaborazione: Dr. Andrea Bertolini.

Commento agli Indici Climatici stagionali

Emesso il 4/12/2017, Dr. Andrea Bertolini

Arctic Oscillation (AO) per il trimestre invernale 2017-2018 viene previsto pari a -0.52. La probabilità che il valore dell'indice risulti effettivamente negativo è del 73%. La correlazione tra serie simulata e serie ricostruita/osservata è di 0.646 sul periodo 1881-2017.

East Atlantic (EA): per il trimestre invernale 2017-2018 viene previsto pari a +0.11. La correlazione tra serie simulata e serie ricostruita/osservata è di 0.674 sul periodo 1881-2017.

Scandinavia (SCAND): per il trimestre invernale 2017-2018 viene previsto pari a +0.30. La correlazione tra serie simulata e serie ricostruita/osservata è di 0.613 sul periodo 1881-2017.


 

Novanta scs
Via Pieve, 5
42035 Castelnovo ne' Monti (RE)
P.IVA: 01422880359
 
PREVISIONI
 
WEBCAM
 
STAZIONI
 
MODELLI
 
CLIMA
 
NEWS
 
APP & WIDGET
 
CHI SIAMO
 
© 2012 - Reggio Emilia Meteo | Web Design by Matrix Media srl